Questo sito utilizza cookie per seguirti nei servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sull'apposito bottone.

Cliccando OK acconsenti all'uso dei cookie.

Indietro

Focolaio di aviaria in un allevamento di selvaggina

(n. 70/2017) Focolaio di aviaria in un piccolo allevamento di selvaggina di Vazzola. Nell’allevamento si è verificata nei giorni scorsi una morìa di 5 volatili. Effettuati i controlli del caso è risultato che la causa era, appunto, l’aviaria. L’Ulss ha disposto l’immediato sequestro dell’allevamento e l’abbattimento e distruzione dei 200 capi presenti (fagiani, quaglie, starne). A seguito del focolaio di aviaria nelle zone di protezione e sorveglianza limitrofe all’allevamento scatterà, come previsto dai protocolli regionali, l’intensificazione dei controlli. L’influenza aviaria è una patologia virale infettiva che colpisce gli uccelli (soprattutto quelli acquatici selvatici, come le anatre e le oche), e spesso non dà alcun sintomo evidente. I virus dell’aviaria, in alcuni casi, possono contagiare il pollame domestico e causare gravi epidemie su larga scala; è stato scoperto che alcuni ceppi di virus dell’aviaria sono in grado di superare le barriere tra le specie e causare patologie o infezioni subcliniche negli esseri umani e in altri mammiferi.

Altre Informazioni

Pubblicato da Ufficio Stampa ULSS 2 Marca trevigiana, il giorno 17 marzo 2017

Categorizzato in News, Istituzionale, Cronaca