Sfondo titolo Azienda

Direzione aziendale

Direzione Generale

Il Direttore Generale rappresenta legalmente l’Azienda, ne assicura il perseguimento della missione avvalendosi dell’attività degli organi e delle strutture organizzative, ne garantisce il governo complessivo avvalendosi delle strutture di Direzione Strategica, esercita - coerentemente ai principi, agli obiettivi, agli indirizzi e alle direttive definite dai diversi livelli di governo e di programmazione del sistema dei servizi sanitari - i poteri organizzativi e gestionali attribuiti dalle leggi, presidia lo svolgimento di tutte le funzioni necessarie alla direzione, all’organizzazione e all’attuazione dei compiti di istituto nel rispetto dei principi di imparzialità e trasparenza nonché dei criteri di efficacia, di efficienza e di economicità della gestione. Esercita il controllo e verifica il raggiungimento degli obiettivi aziendali.
Il Direttore Generale si avvale di Uffici di Staff in relazione sia alla normativa vigente sia alle proprie autonome scelte organizzative, in riferimento alla strategia aziendale.

Direzione Sanitaria

Il Direttore Sanitario concorre al governo aziendale partecipando al processo di pianificazione strategica e di pianificazione annuale sanitaria dell'Azienda. Svolge ogni altra funzione a lui attribuita dalle leggi e dai regolamenti aziendali attuativi.
Il Direttore Sanitario dirige i servizi sanitari dell'Azienda e partecipa, unitamente al Direttore Generale che ne ha la responsabilità, alla direzione dell'Azienda, assume dirette responsabilità delle funzioni attribuite alla sua competenza dalla legislazione vigente, e concorre con la formulazione di proposte e pareri non vincolanti alla formazione delle decisioni del Direttore Generale.
In particolare:
a) dirige i servizi sanitari dell'Azienda a fini organizzativi e igienico-sanitari, in conformità agli indirizzi generali di programmazione e alle disposizioni del Direttore Generale, nonché nel rispetto delle competenze attribuite o delegate ad altri livelli dirigenziali;
b) collabora allo svolgimento dell'insieme delle attività Aziendali;
c) coordina l'attività dei Dipartimenti e delle Aree sanitarie a livello aziendale;
d) formula proposte al Direttore Generale, per le parti di competenza, ai fini della elaborazione dei piani pluriennali, dei programmi annuali e dei progetti di attività, nonché per la nomina dei Responsabili delle strutture organizzative professionali e funzionali di rilevanza sanitaria;
e) presiede il Consiglio dei Sanitari;
f) predispone la relazione sanitaria annuale;
g) svolge ogni altra funzione, ivi compresa l'adozione di atti a rilevanza esterna, attribuitagli dalla legislazione vigente, dal presente atto, dai regolamenti aziendali attuativi, ovvero delegatagli, all'occorrenza, dal Direttore Generale.
h) elabora indirizzi volti al conseguimento degli obiettivi di efficacia, efficienza e appropriatezza dei servizi sanitari;
i) sorveglia e controlla la corretta e uniforme applicazione, da parte delle strutture organizzative allo scopo individuate, delle normative inerenti la tutela sanitaria del personale dipendente ed in particolare è responsabile delle procedure e degli atti derivanti dalle norme che regolano la prevenzione dei rischi professionali dell'utilizzo di radiazioni ionizzanti;
l) adotta le disposizioni concernenti la mobilità del personale sanitario tra le strutture dell'azienda con esclusione del personale dirigente.
Sono poste alle dipendenze del Direttore Sanitario le strutture di cui all'Atto Aziendale.

Servizio di medicina preventiva dei lavoratori


Direzione Amministrativa

Il Direttore Amministrativo contribuisce alla direzione strategica dell’Azienda coadiuvando il Direttore Generale nella definizione delle linee strategiche e delle politiche aziendali finalizzate al raggiungimento degli obiettivi di salute; assicura la legittimità degli atti e provvedimenti che, per legge o per regolamentazione interna, siano riferibili o comunque sottoposti al suo esame; garantisce la definizione e la direzione del sistema di governo economico – finanziario e il corretto esercizio delle funzioni di supporto tecnico, amministrativo e logistico; supporta, in posizione di fornitore di servizi, tutte le strutture organizzative aziendali, con particolare riguardo a quelle aventi quale fine primario l’erogazione dell’assistenza, avvalendosi delle strutture organizzative a tal fine preposte.
Sono posti alle dirette dipendenze del Direttore Amministrativo i tre dipartimenti:
- Servizi aministrativi generali;
- Risorse umane;
- Risorse materiali, finanziarie e per i servizi tecnici.

Direzione dei Servizi Sociali

La Legge Regionale 16 settembre 1994 numero 56 "Norme e principi per il riordino del servizio sanitario regionale" ha definito le funzioni dei Servizi Sociali.

Attività di competenza:
> Assistenza ai portatori di handicap con riferimento ai particolari servizi e sussidi necessari per il recupero e l'inserimento degli stessi;
> Gestione delle strutture tutelari e residenziali sia miste che specifiche per handicappati ed inabili in età lavorativa;
> Gestione dei consultori familiari;
>Prevenzione delle tossicodipendenze, recupero e reinserimento sociale dei tossicodipendenti.

Funzioni e prestazioni socio assistenziali delegate dai Comuni
>Gestione, comprensiva dell'assunzione di spesa, del ricovero dei soggetti affetti da handicap psico - fisico e inabili in età lavorativa fino ai 55 anni per le donne, e fino ai 60 anni per gli uomini;
>Gestione, comprensiva di assunzione di spesa, del ricovero o affido di minori soggetti a provvedimenti dell'autorità giudiziaria.

VAI AL SITO DEI SERVIZI SOCIALI

AREE D'INTERVENTO